Ecco quanto spende in avvocati una big del pharma come Johnson & Johnson

Johnson & Johnson ha riportato spese legali per $817m negli ultimi 12 mesi, che corrispondono ad un aumento del 480% rispetto ai dodici mesi precedenti. L'incredibile incremento della spesa è dovuto agli oltre 100000 casi di pazienti che hanno citato a giudizio il colosso faramceutico americano per effetti indesiderati associati ad alcuni farmaci. È il caso ad esempio dei 18500 pazienti maschi che hanno riportato la crescita del seno (gynecomastia) dopo l'assunzione dell'antipsicotico Risperdal. Pare che solo una frazione di casi associati a Risperdal siano chiusi e che la maggioranza sia ancora a livello di dibattito tra le parti e questi potrebbero portare a dei mega risarcimenti. L'esempio più eclatante è quello di un giudice di Philadelfia ha ordinato un risarcimento di $70m per la famiglia di un bambino di 5 anni, che ha sviluppato gynecomastia dopo l'assunzione del farmaco. L'anno precedente un giudice dell'Alabama ha concesso invece "solo" $2.5m ad un paziente adulto che aveva sviluppato un enorme seno dopo il trattamento con Risperdal. Vi sono poi 17000 casi di pazienti che hanno citato J&J per incontrollati sanguinamenti causati da Xarelto, a cui si aggiungono 54000 donne che hanno citato J&J per i danni causati dall'inserto pelvico. Altri 3000 hanno invece citato il gruppo statunitense perchè l'impiego di talco Baby Powder nell'igiene intima avrebbe portato allo sviluppo del tumore ovarico. In una comunicazione alle autorità della borsa J&J ha dichiarato che le cause legali non avranno effetto sulla solidità finanziaria del gruppo ma potrebbero farsi sentire a livello di risultati di trimestrale. (Fonte FT)