I dipendenti della tedesca Merck temono la cessione della divisione chimica

Il fatto che il top management della tedesca Merck abbia da tempo annunciato il piano di dividere il gruppo in tre unità indipendenti (Pharma, Chimica e Strumenti di laboratorio) preoccupa molto la rappresentanza dei lavoratori, i quali vedono nel piano l’intenzione di cedere una delle nuove entità. Già nel recente passato la dirigenza aveva iniziato a negoziare la cessione della divisione farmaceutica a Bayer e questo perchè la pipeline del gruppo era allora relativamente povera e solo una serie di coincidenze ha evitato la dismissione. Ora però i dipendenti del gruppo temono la cessione della divisione chimica e questo per il progressivo calo di volumi di vendita di cristalli liquidi per computer e televisione, il settore che per anni ha garantito la crescita della divisione. Il settori dei cristalli liquidi è in progressivo calo a livello globale per la concorrenza esercitata dalla nuova tecnologia OLED. Comunque la probabilità che una tale dismissione avvenga in tempi brevi é abbastanza bassa e la rappresentanza dei lavoratori cerca per ora di negoziarie garanzie per il più immediato futuro.
(Fonte Manager Magazin)