Il dilemma di Novartis

I marketing manager di Novartis si trovano in una difficile ma comunque invidiabile posizione ora che devono decidere la strategia di pricing per Ilaris. Novartis ha sviluppato Ilaris per la cura di una rarissima forma di patologia infiammatoria ed è venduto in US a $16000/dose. Recentissimi trial clinici hanno ora dimostrato che lo stesso Ilaris ha la capacità di ridurre significativamente le complicazioni mediche in pazienti con gravi patologie cardiache, le quali sono di gran lunga più comuni (615000 casi all’anno in US) e per cui esistono già molti prodotti della concorrenza. Ilaris ha generato lo scorso anno $283m (in 70 paesi) ma se dovesse essere venduto nel settore delle patologie cardiache ne potrebbe generare fino a $1.5bn pa. Il problema è che se Novartis dovesse decidere di vendere Ilaris nel settore terapeutico cardiologico il prezzo imposto dalle autorità sarebbe di gran lungo inferiore (-90%) a quello che ha per le patologie rare. Il dilemma è quindi se Novartis deve continuare a vendere Ilaris solo per le patologie rare o se deve iniziare ad offrirlo per un mercato ben più ampio ma con minore profitto.
(Fonte FT)