Le nuove terapie SGLT-2 contro il diabete abbattono l’indice di mortalitá del 50%

AstraZeneca ha presentato oggi i risultati relativi al gigantesco "real world" trial condotto su 300000 pazienti con diabete di tipo 2 in Danimarca, US, Svezia, Norvegia, UK e Germania. I risultati mostrano che i pazienti trattati con Farxiga (dapagliflozin), canagliflozin (Janssen), empagliflozin (Boehringer Ingelheim e Eli Lilly) mostrano una riduzione del rischio di ospedalizzazione e di infarto del 39% e una riduzione dell'indice di mortalitá del 51% (endpoint 46%). Dapagliflozin è commercializzata in US come Farxiga e nel resto del mondo con il nome Forxiga. Tutti e tre le terapie impiegate nel trial fanno parte di una nuova classe di farmaci denominati SGLT-2 inhibitors, che agiscono rimuovendo l'eccesso di glucosio dai reni. Quello del diabete è un settore core per AstraZeneca e infatti nel 2016 è cresciuto dell'11% a $2.4bn e Forxiga è cresciuta del 72% generando vendite per $835m. Secondo gli analisti Forxiga raggiungerá i $2.1bn entro il 2022. (Fonte AstraZeneca)