Nuovi dati sull’efficacia di Esbriet di Roche nel trattamento della fibrosi polmonare

La svizzera Roche ha reso noto di aver rivisto i risultati dei trial clinici di Phase-III ASCEND e CAPACITY condotti con Esbriet (pirfenidone) vs placebo su pazienti con fibrosi polmonare idiopatica (IPF). La nuova analisi dei dati mostra che Esbriet riduce il tasso di mortalitá del 72% e riduce alcuni dei disturbi respiratori più difficili attraverso un rallentamento della progressione della malattia. La IPF è una patologia dalla causa ancora sconosciuta e con esito letale e irreversibile che porta alla progressiva fibrosi del tessuto polmonare. L’incidenza è più elevata nelle donne che negli uomini ed è di 100000 pazienti in US e 110000 in Europa. L’aspettativa di vita é del 50% dopo tre anni dalla diagnosi e 20-30% dopo cinque anni.
(Fonte Roche)