Ottima la trimestrale di Novo Nordisk che continua a puntare su obesità e diabete

Novo Nordisk dimostra alla comunità finanziaria che il settore terapeutico del diabete può ancora portare profitto e ha solidi margini di crescita. Le vendite sono aumentate del 3% (valuta costante) e il fatturato della divisione diabetes and obesity care è aumentato del 10%. Particolarmente positivo il trend di Tresiba che è crescita del 155% (DKK3.7bn) e Victoza +21% (DKK1.2bn). IL profitto netto è cresciuto del 4% a DKK20.2bn. Con l’occasione il management ha anche migliorato le previsioni per l’anno in corso, Novo prevede ora un aumento del 1-3% vs 2016 del fatturato, con un effetto valuta stimato del -4%. Il gruppo danese dipende ancora fortemente da Victoza il cui market share è sceso negli ultimi 3 anni dal 60% a 34% e questo soprattutto per effetto della insulina di Eli Lilly. Al contrario di altre importanti concorrenti come Sanofi, Merck & Co e Eli Lilly Novo Nordisk sembra non riuscire a differenziare il suo portfolio e anche nel futuro la divisione diabetes and obesity sarà il vero motore del gruppo.
(Fonte Novo Nordisk)