AbbVie e Biogen annunciano il ritiro di Zinbryta (Sclerosi Multipla) dal mercato europeo

I gruppi farmaceutici statunitensi Biogen e AbbVie hanno emesso ieri un comunicato nel quale annunciano il ritiro dal mercato del farmaco per la sclerosi multipla Zinbryta dopo che molti pazienti hanno riportato encefaliti dopo l’assunzione del farmaco. L’EMA aveva contemporaneamente annunciato ieri di aver iniziato una review degli ultimi casi riportati in Germania e Spagna. Gli esperti stimano che vi sono al mondo 2.5 milioni di persone malate di sclerosi multipla e circa 8000 (2016) sono stati curati  con Zinbryta. Nel passato era già stato riportato che Zinbryta può causare seri danni al fegato e per questo la FDA aveva imposto che il farmaco può essere prescritto solo se il paziente non risponde ad altre terapie. AbbVie e Biogen hanno un accordo che prevede la co-commercializzazione del farmaco in US, Canada e Europa, e il volume di vendite generato dal farmaco nel 2017 è stato di $107 million.  Biogen conta nel suo portfolio un altro farmaco per la cura della sclerosi multipla che è Avonex, il quale ha generato un fatturato di oltre $2.15bn (2017).

(Fonte WSJ)