AIFA: rimborsabilità a rivaroxaban nel trattamento in acuto dell’embolia polmonare

Bayer Healthcare ha annunciato ieri che, in data 30 luglio, l’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ha approvato, con inserimento in Gazzetta Ufficiale, la rimborsabilità del nuovo anticoagulante orale rivaroxaban per il trattamento in acuto dell’embolia polmonare (EP), consentendo la terapia dei pazienti affetti da questa patologia fin dal primo giorno della fase acuta con l’utilizzo di un solo farmaco, assunto per via orale. La nuova indicazione rimborsata per questo prodotto si aggiunge alle precedenti approvazioni da parte dell’Agenzia nel trattamento della TVP (trombosi venosa profonda) e dell’EP e nella prevenzione delle recidive di TVP, EP e del TEV (tromboembolismo venoso) in pazienti adulti sottoposti ad intervento elettivo per protesi d’anca e ginocchio, completando così l’ambito della terapia degli eventi tromboembolici venosi. La rimborsabilità del farmaco riguarda attualmente anche la prevenzione dell’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare. In particolare, è stato recentemente modificato il Piano terapeutico, consentendo la rimborsabilità per tutte le forme (parossistica, permanente, persistente). Rivaroxaban è quindi, attualmente, il prodotto con il maggior numero di indicazioni terapeutiche approvate e rimborsate da AIFA tra i nuovi anticoagulanti.
(Fonte Bayer Healthcare press release)