Alfa Wassermann e Sigma-Tau vicine alla fusione

Il Corriere della Sera riporta che i gruppi farmaceutici italiani Alfa Wassermann e Sigma-Tau sarebbero vicini alla fusione, che potrebbe essere conclusa ed annunciata nei prossimi giorni, per la fine di febbraio. Attraverso questa transazione, si verrebbe a creare un gruppo con un fatturato di un miliardo di euro, nel quale Sigma-Tau conterebbe per i due terzi. Sempre secondo quanto riporta il quotidiano, l’operazione non dovrebbe includere l’ambito delle terapie per le malattia rare di Sigma-Tau, sviluppate principalmente negli Stati Uniti.
(Fonte Il Corriere della Sera)