Alfa Wassermann/Sigma Tau, si concretizza la fusione

Le italiane Alfa Wassermann e Sigma-Tau hanno annunciato di aver siglato un accordo per un’aggregazione industriale con la costituzione di una nuova società che comprenderà le attività di entrambe le aziende, con l’esclusione dell’abito delle malattie rare di Sigma-Tau e di alcune partecipazioni finanziarie in aziende del settore pharma e delle stesse malattie rare che reteranno ad appannaggio della sola famiglia Cavazza. Il nuovo gruppo si posizionerà tra le prime cinque aziende del settore in Italia. La maggioranza dell’azionariato, il 75%, sarà della famiglia Golinelli. Alcuni componenti della famiglia Cavazza avranno il 20% e Intesa Sanpaolo, già azionista di Sigma-Tau, manterrà il 5%. Il nuovo gruppo conterà inizialmente su un fatturato di oltre 900 milioni di euro ed un organico di circa 2800 dipendenti, 1840 in Italia e 960 nelle sedi estere. Le sedi operative in Italia saranno localizzate a Bologna, Milano, Pomezia, Alanno e Sermoneta, con i siti produttivi nelle ultime tre sedi. L’operazione dovrebbe perfezionarsi nella prima parte del 2015.
(Fonte Alfa Wasswrmann press release)