Amgen ancora lontana dal mettere a segno un’acquisizione importante

In un’intervista al Financial Times il CFO del gruppo biotech statunitense Amgen, David Meline ha dichiarato che nonostante l’impegno profuso dal suo team nella ricerca di un valido candidato M&A il lavoro non ha portato ad alcun risultato a causa dell’elevata valutazione che hanno al momento le aziende. Amgen ha i mezzi finanziari per mettere a segno una importante acquisizione, che potrebbe diversificare il portfolio del gruppo che dipende ancora troppo da Repatha e Prolia. La riserva della biotech americana è infatti di $27bn in cash a cui può facilemnte aggiungere oltri $40bn, grazie a veloci linee di credito. La dichiarazione del management è in linea con quello che si è registrato nelle prime settimane dell’anno con le acquisizioni di Juno da parte di Celgene e di Bioverativ ad opera di Sanofi, entrambe le acuqisizioni hanno infatti visto gli investitori delle aziende target ottenere un bonus di oltre il 50%.
(Fonte FT)