Amgen ed AstraZeneca annunciano risultati positivi di Fase III per brodalumab nella psoriasi

Amgen ed AstraZeneca hanno annunciato che AMAGINE-3TM, studio di Fase III disegnato per valutare due dosaggi di brodalumab (140 e 210mg) in più di 1800 pazienti affetti da psoriasi a placche di grado da moderato a severo, ha raggiunto i suoi endpoint primari se confrontato sia con Stelara (ustekinumab), di Janssen, e placebo alla dodicesima settimana. Brodalumab ha dimostrato di essere superiore a Stelara nell’endpoint primario, che prevedeva il raggiungimento della scomparsa della patologia dalla pelle, come valutato attraverso il Psoriasis Area Severity Index (PASI 100). Se confrontato con placebo, il prodotto ha dimostrato una proporzione significativamente maggiore di pazienti hanno raggiunto almeno il 75% di miglioramento dal baseline nella gravità della malattia alla dodicesima settimana, secondo valutazione del Psoriasis Area Severity Index (PASI 75). Inoltre, una proporzione significativamente maggiore di pazienti trattati con brodalumab hanno ottenuto una pulizia totale o quasi della pelle alla dodicesima settimana se confrontato con placebo, secondo il Physician Global Assessment (sPGA 0 or 1). Tutti gli endpoint secondari importanti sono stati raggiunti, confrontando brodalumab con Stelara e placebo. Brodalumab un trattamento sperimentale in sviluppo che si lega ai recettori dell’interleuchina-17 ed inibisce i segnali infiammatori di numerose citochine.
(Fonte Amgen press release)