Anti-Parkinson somministrato sottocute consente di mantenere livelli plasmatici stabili di levodopa

NeuroDerm Ltd., azienda farmaceutica che si occupa dello sviluppo clinico di farmaci destinati alla cura delle malattie del sistema nervoso centrale, ha annunciato oggi che i suoi prodotti levodopa/carbidopa (LD/CD), ND0612H e ND0612L, somministrati sottocute con un rilascio continuo, consentono di ottenere livelli plasmatici di levodopa clinicamente significativi. I risultati della versione con la dose più elevata, ND0612H, destinato a pazienti affetti da morbo di Parkinson grave, indicano che il prodotto possa essere una valida alternativa terapeutica ai trattamenti attualmente disponibili. A causa della breve emivita della levodopa orale, infatti, i pazienti sono costretti ad assumere più dosi di LD/CD al giorno, con fluttuazioni marcate nei livelli di levodopa che si riflettono sul mancato controllo della terapia. Poter disporre di un rilascio continuo di levodopa senza ricorrere a procedure invasive potrebbe facilitare il raggiungimento dello steady state del farmaco a livello plasmatico. Gli endpoint primari dello studio di Fase IIa riguardavano la valutazione della sicurezza, tollerabilità e la farmacocinetica di sei dosaggi diversi dei due prodotti, che vengono somministrati sottocute attraverso un infusore che può venire facilmente indossato.
(Fonte NeuroDerm press release)