AstraZeneca inizia lo sviluppo di un anticorpo per contrastare l’attività di Brilinta in casi urgenti

AstraZeneca annuncia oggi l’inizio del programma di sviluppo clinico per valutare la capacità di un anticorpo sperimentale, identificato con la sigla MEDI2452, di contrastare ed invertire rapidamente e specificamente l’effetto antiaggregante piastrinico di ticagrelor (Brilinta) in rare situazioni di emergenza come ad esempio nella necessità di interventi chirurgici urgenti o nelle emorragie maggiori. MedImmune, del gruppo AstraZeneca, sta attualmente sviluppando il prodotto, affiancando questa ricerca al programma clinico di Brilinta, il quale include cinque studi registrativi condotti con circa 80000 pazienti affetti da problematiche aterotrombotiche.
(Fonte AstraZeneca press release)