Bayer: prima trimestrale negativa a causa di un negativo effetto valuta

Il gruppo tedesco Bayer ha presentato i risultati relativi ai primi tre mesi dell’anno e questi sono stati peggiori del previsto soprattutto a causa di uno sfavorevole effetto valuta dovuto all’indebolimento del dollaro. Sfavorevole sul bilancio Bayer è stato anche il rallentamento del potenziale di spesa dei consumatori -soprattutto in USA- che si è tradotto in ridotte vendite per la divisione Consumer Health, che ha perso il 12% di fatturato. L’EBITDA del gruppo di Leverkusen è diminuito del 5.2% (€2.89bn) vs Q1 2017, mentre l’indebitamento è di €1.65bn. Il cash flow ha guadagnato il 19% grazie alla cessione di quote di Covestro di cui Bayer è comunque ancora il maggior azionista. La divisione farmaceutica ha registrato un leggero utile rispetto a Q1 2017 (€1.42bn), e questo é un dato coerente con le attese degli analisti.

(Fonte Handelsblatt)