Beta cellule ottenute da cellule staminali, un possibile trattamento per il diabete di tipo 1

Ricercatori dell’università di Harvard hanno sviluppato una tecnica che induce cellule staminali embrionali a differenziarsi in beta cellule umane perfettamente funzionanti, in grado quindi di produrre insulina. Questa tecnica può essere utilizzata per migliorare la ricerca di nuovi farmaci e può divenire la base per la terapia con trapianto di cellule nel trattamento del diabete di tipo 1. I ricercatori hanno studiato tutti i geni che vengono attivati e disattivati durante il normale sviluppo delle beta cellule nei topi, rane e in tessuti umani. Dopo l’identificazione di questi geni, è stato possibile ipotizzare un modo per manipolarne l’attività allo scopo di determinare quali geni siano coinvolti nella differenziazione. Alla fine della ricerca, il team è riuscito a definire una procedura di 6 step, attraverso la quale è stato possibile ottenere centinaia di milioni di beta cellule funzionanti simili alle beta cellule umane. Gli autori hanno dichiarato che questo protocollo, descritto dettagliatamente nella rivista Cell, può essere utilizzato per produrre beta cellule in grandi quantità necessarie per il trapianto cellulare e gli studi in ambito farmaceutico. I ricercatori stanno ora testando le cellule così ottenute in modelli animali, inclusi i primati.
(Fonte FierceBiotech Research)