Boehringer Ingelheim annuncia tagli in Germania

Boehringer Ingelheim starebbe pianificando di tagliare tra i 500 e i 600 posti di lavoro in Germania, nazione nella quale sono impiegate circa 14000 delle 47000 persone che compongono la forza lavoro totale dell’azienda. La decisione arriva solo poche settimane dopo l’annuncio da parte della compagnia riguardo il calo del 3% delle vendite nei primi sei mesi e la previsione per i risultati dell’anno in leggero calo rispetto al 2013. Secondo quanto riportato da Reuters, l’azienda intende completare i tagli per la fine del 2016, riducendo i costi in Germania del 15%. Boehringer ha dovuto fronteggiare una serie di problematiche, tra le quali la riforma della sanità, che ha costretto l’azienda a ridurre i prezzi dei suoi farmaci. Ma non si tratta dell’unica società farmaceutica che sta pianificando la riduzione del proprio organico. Il luglio, Amgen ha annunciato 2900 licenziamenti e nello stesso mese, Allergan ha comunicato l’intenzione di tagliare 1500 posti di lavoro. Novartis, dopo aver annunciato 500 tagli in Svizzera, ha comunicato la pianificazione di una riorganizzazione che riguarderà ulteriori 4000 unità a livello globale. infine, AstraZeneca, l’anno scorso ha comunicato tagli per 5050 posti di lavoro, aggiungendone altri 550 lo scorso febbraio.
(Fonte FiercePharma)