Brincidofovir di Chimerix, utilizzo contro l’Ebola

Chimerix, Inc., azienda biofarmaceutica impegnata nello sviluppo di nuovi antivirali orali, ha annunciato ieri che brincidofovir è stato messo a disposizione per un uso potenziale in pazienti affetti da infezione del virus Ebola, in seguito a richieste fatte da personale medico. FDA ha concesso le Emergency Investigational New Drug Applications (EIND). M. Michelle Berrey, Presidente e CEO di Chimerix ha dichiarato che, sulla base di dati in vitro frutto delle ricerche condotte da CDC e dall’NIH, che suggeriscono un’attività di brincidofovir contro l’Ebola, l’azienda spera di poter offrire un trattamento potenziale per l’infezione. Il prodotto è stato testato in trial di Fase III per la sua attività nelle infezioni da cytomegalovirus ed adenovirus, studi che hanno fornito informazioni circa la sicurezza ed il dosaggio del prodotto.
(Fonte Chimerix press release)