Bristol-Myers Squibb ha il potenziale per risorgere

Bristol-Myers Squibb è sicuramente nel pieno della tempesta e lo è da tempo. Lo scorso anno il titolo ha ceduto quasi un terzo del suo valore in 4 giorni, vale a dire 45 miliardi di dollari di capitalizzazione e questo dopo che sono stati pubblicati risultati che mostrano che l'immunoterapico Opdivo è meno efficace della chemioterapia convenzionale nel curare un tipo di tumore al polmone. A smentire il pessimismo che sembra circolare circa BMS, questa settimana è stata comunicata una rivoluzione del board con tre nuovi mebri (Jana Partners) e subito dopo l'investitore Carl Icahn ha dichiarato di aver acquisito un consistente fetta delle azioni di BMS, perchè crede nella pipeline dell'azienda. Di fatto Opdivo rimane una efficace terapia per molti tipi di tumore e questo nonostante abbia fallito un trial clinico. Inoltre nonostante nessuno ritiene più che Opdivo possa generare $12bn all'anno come si pensava, molti analisti concordano che il potenziale é ora di almeno $9bn pa. (Fonte FT)