Bristol-Myers Squibb in epatite C

Bristo-Myers Squibb ha annunciato ieri la richiesta di una New Drug Application alla Pharmaceutical and Medical Devices Agency, Japan, per il primo regime terapeutico privo di interferone e ribavirina indirizzato a pazienti con epatite C cronica. La richiesta è basata sui risultati di un trial di Fase III, il quale dimostra che il trattamento di 24 settimane con daclatasvir e asunaprevir ha raggiunto una risposta virologica sostenuta 24 settimane dopo la fine del trattamento di 84,7% in pazienti giapponesi con epatite cronica che erano intolleranti o non responders alle terapie con interferone. Questi risulatati verranno comunicati il 5 novembre durante li 64th AnnualMeetinfg of the American Association for the Study of Liver Disease (AASLD) (Fonte BMS Press Release)