Bristol presenta dati di Fase II per Opdivo

Bristol-Myers Squibb Company ha presentato ieri i risultati di CheckMate -063, uno studio di Fase II a braccio singolo, open label per la valutazione di Opdivo (nivolumab), un anti-PD-1, somministrato in monoterapia in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) a cellule squamose la cui malattia è progredita dopo almeno due precedenti trattamenti sistemici. Con circa 11 mesi di follow up minimo, la ORR (objective response rate), che costituiva l’obiettivo primario, è risultato del 15%, come valutato da un comitato indipendente che ha effettuato la revisione. Il tasso di sopravvivenza ad un hanno è risultato del 41% e la mOS (median overall survival) è stata di 8.2 mesi. Questi dati saranno presentati derante la Sessione Plenaria di oggi 31 ottobre al 2014 Chicago Multidisciplinary Symposium on Thoracic Oncology.
(Fonte Bristol-Myers Squibb press release)