Buona la prima trimestrale di Brandicourt, CEO di Sanofi

Sanofi ha riportato oggi alla comunità finanziaria i risultati relativi al secondo trimestre. Il primo mese di Olivier Brandicourt (ex Bayer-Healthcare) alla guida del gruppo francese non poteva iniziare meglio. Ieri la notizia della collaborazione con Regeneron Pharmaceuticals Inc. da $2.17bn, per lo sviluppo di nuovi farmaci antitumorali seguendo il nuovo approccio immunoterapico e oggi vengono resi noti risultati che sono migliori delle aspettative degli analisti. Le vendite del gruppo sono cresciute del 16% a valuta variabile (+4.9% a valuta costante) al livello di €9.38bn. I risultati mostrano un leggero calo nel settore del diabete (-3.8%), ma una considerevole crescita di Genzyme che ha segnato un notevole +26.6%, soprattutto grazie a Aubagio, il farmaco per la sclerosi multipla che ha generato vendite per €204m che corrisponde ad un miglioramento dell’80% rispetto a Q1 2015. La divisione Animal Health continua crescere a tassi superiori del mercato (+14.2%). Note negative da Toujeo (€13m sales) e Afrezza sviluppata in cooperazione con MannKind (€2m sales), che non crescono con i tassi di altri farmaci del gruppo Sanofi. Il margine netto del gruppo è cresciuto del 60% a €1.3bn (€777m nel primo trimestre). Con l’occasione Brandicourt ha comunicato che prevede Sanofi farà acquisizioni bolt-on e non di considerevole dimensione e che per quel che riguarda l’anno in corso prevede l’EPS stabile o in leggera gcrescita.
(Fonte Sanofi)