Buoni risultati di Fase IIa per una nuova arma contro la cellulite

L’azienda biofarmaceutica Auxilium Pharmaceuticals, Inc. ha annunciato oggi i risultati positivi di uno studio di Fase IIa, randomizzato, in doppio cieco, condotto con Xiaflex (collagenase clostridium histolyticum; CCH) nel trattamento della cellulite. Xiaflex è composto dalla combinazione di due sottotipi di collagenasi, derivati dal Clostridium histolyticum, che si ritiene che agiscano in sinergia per scindere i legami della struttura della tripla elica del collagene. Il prodotto è già stato approvato negli Stati Uniti, Europa, Canada ed Australia per il trattamento della contrattura di Dupuytren e negli Stati Uniti è stato autorizzato nella malattia di malattia di Peyronie. Nello studio, che ha arruolato 150 donne di età compresa tra i 18 ed i 45 anni negli Stati Uniti, tutte e tre le dosi di CCH (0.06mg, 0.48mg e 0.84mg) hanno mostrato un miglioramento nell’aspetto della cellulite secondo la Global Aesthetic Improvement Scale (GAIS), che è stata adattata dall’azienda per l’utilizzo nella cellulite. In particolare, ogni donna ha ricevuto fino a tre sessioni di trattamento con il prodotto o con il placebo. Il trattamento eseguito durante ogni sessione prevedeva fino a 12 iniezioni nelle imperfezioni create dalla cellulite identificate in un quadrante (una natica o la parte posteriore di una coscia), con quasi il 70% delle pazienti trattate con la dose media o più elevata soddisfatte o molto soddisfatte, con risultati rilevabili. L’azienda intende iniziare uno studio clinico di Fase IIb nel secondo trimestre del 2015.
(Fonte Auxilium Pharmaceuticals press release)