Caso Avastin: Francia sulla scia dell’Italia

La Francia sta seguendo l'orientamento italiano riguardo Avastin, introducendo un emendamento che consente di utilizzare il farmaco nella degenerazione maculare causata dall'età (AMD), sebbene il prodotto non sia approvato per questo tipo di trattamento. I legislatori voteranno riguardo questa misura la prossima settimana. In particolare, Gerard Bapt, del partito socialista francese, ha valutato che Avastin, in Francia, ha un costo 30 volte inferiore rispetto a Lucentis. Un voto positivo circa il provvedimento potrebbe portare ad un risparmio di almeno 200 milioni di euro all'anno, secondo quanto riportato da Reuters. Le due aziende, Roche e Novartis, ritengono che sussistano importanti problemi di safety connessi all'utilizzo di Avastin in ambito oculistico. Oltre al danno economico che potrebbe derivare da questo switch nelle terapie, le due aziende stanno fronteggiando anche la richiesta da parte dell'antitrust italiano di una multa di €1.2 miliardi di danni per l'ipotesi di collusione al fine di proteggere le vendite di Lucentis, e lo stesso tipo di indagini sono attualmente in corso in Europa ed in Francia. (Fonte FiercePharma)