Patologia - Pagina 10 di 13 - GoINPHARMA
giovedì, 18 aprile 2019 - 15:44

Patologia

WHO e farmaci per l’epatite C

La WHO (World Health Organisation) richiede uno sforzo concertato per abbassare il costo dei nuovi farmaci per l’epatite C. Nelle linee guida per la malattia, la WHO ha raccomandato fortemente i nuovi farmaci di Gilead e Johnson & Johnson, con…

Insonnia legata all’aumento del rischio di stroke

E’ stato pubblicato uno studio in Stroke, i cui risultati mostrano che i pazienti insonni avevano un rischio più alto dell’85% di sviluppare uno stroke. Questo dato è stato ridotto al 54% dopo l’aggiustamento per altri fattori. L’effetto sembra essere…

Identificato un biomarker ematico per la commozione cerebrale

E’ stato pubblicato nei giorni scorsi in JAMA Neurology uno studio che mostra come i livelli ematici della proteina tau totale (T-tau), sostanza che segnala danno assonale nel cervello, possano essere utilizzati come biomarker per misurare la severità della commozione…

COPD aumenta il rischio per il lieve decadimento cognitivo (MCI)

E’ stato pubblicato online in JAMA Neurology uno studio che mostra come la COPD (Chronic obstructive pulmonary disease, broncopneumopatia cronica ostruttiva) aumenti il rischio di MCI (mild cognitive impairment, lieve decadimento cognitivo), soprattutto per quanto riguarda la memoria ed il…

Esposizione al piombo legata al morbo di Alzheimer

Utilizzando i dati dell’Alzheimer’s Disease Neuroimaging Initiative (ADNI), alcuni ricercatori hanno riscontrato che pazienti con aMCI (amnestic mild cognitive impairment) che si è evoluto in morbo di Alzheimer, erano stati sottoposti ad una esposizione al piombo ambientale significativamente più elevata…

Idrogel biodegradabili promettenti per l’ingegneria tissutale cardiaca

Idrogel iniettabili costituiti da biomateriali degradabili possono funzionare sia come supporto fisico che come impalcatura per le cellule per prevenire l’espansione dell’infarto e per promuovere la riparazione cardiaca nella terapia dell’infarto miocardico. In uno studio preliminare, pubblicato in BioMacromolecules, sono…

L’obesità potrebbe aumantere il rischio di sclerosi multipla

Un nuovo studio suggerisce che l’obesità in periodo adolescenziale o nei giovani adulti è associata ad un aumento del rischio di sclerosi multipla (MS). Lo studio è stato guidato dal Dottor Jorge Correale, Buenos Aires, il quale ha commentato a…

Ipoglicemia e insulina, valutazione dei costi in US

E’ stato pubblicato online in JAMA Internal Medicine uno studio nel quale, in un periodo di 5 anni, i ricercatori hanno calcolato che le visite per ipoglicemia costano al sistema sanitario statunitense 600 milioni di dollari, senza i costi di…

Sclerosi multipla legata alla contraccezione orale

Verrà presentato uno studio al 66 ° meeting annuale dell’American Academy of Neurology ad aprile uno studio che lega l’utilizzo di contraccettivi orali allo sviluppo dei primi sintomi di sclerosi multipla, indipendentemente dall’età, il fumo e obesità, come ha dichiarato…

Bozza delle linee guida NICE in ambito cardiovascolare

La scorsa settimana, riporta un editoriale di The Lancet, il NICE (National Institute for Health and Care Excellence) in UK ha reso pubblica la bozza delle linee guida circa la valutazione del rischio cardiovascolare ed in particolare, riguardo la modificazione…

Quali sono gli stati più felici d’America?

Dopo 178000 interviste e un’analisi del database Gallup (gruppo internazionale specializzato in sondaggi) e Healthways (ditta attiva nel settore dell´healthcare) hanno pubblicato la loro annuale analisi sullo livello di felicità, o di depressione, dei cittadini americani. I risultati dello studio…

Paziente con il cuore artificiale di Carmat: aggiornamento

Un paziente con insufficienza cardiaca terminale è in condizioni soddisfacenti due mesi dopo essere diventato la prima persona a cui è stato applicato il cuore artificiale di Carmat. Il settantaseienne mangia normalmente, non ha più necessità di assistenza respiratoria costante…

Identificato biomarker per predire la depressione

E’ stato identificato un biomarker per la depressione clinica. I ricercatori affermano che potrebbe aitare ad identificare i ragazzi che siano a rischio di sviluppo di questa problematica mentale. In uno studio nella rivista Proceedings of the National Academies of…

Influenza più grave osservata in giovani adulti non vaccinati

L’American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine riporta una case series che mostra come giovani adulti non vaccinati contro l’influenza presentavano una condizione più severa e hanno richiesto un trattamento più intensivo. In un comunicato stampa, gli autori osservano…

Morte dopo PCI ora sembra più probabile con causa non cardiaca

E’ stato pubblicato in Circulation uno studio condotto in un singolo centro, nel quale si evidenzia come nelle ultime due decadi, la causa della morte a lungo termine dopo PCI è passata da cause cardiache a non cardiache. Gli autori…

Diagnosi di diabete più precoce con test su saliva e HbA 1c

Un nuovo test eseguito su un campione di saliva e un più precoce utilizzo del test dellìemoglobina glicata HbA 1c possono dare risultati nella diagnosi del diabete di tipo 2 in pazienti ad alto rischio prima dei metodi di uso…

Disordini alimentari legati al diabete in età adulta

E’ stato pubblicato online in Diabetologia un ampio studio di 52000 pazienti in 19 nazioni, che ha mostrato come soggetti con disordini alimentari o bulimia nervosa abbiano più del doppio di probabilità di sviluppare diabete. Questo tipo di relazione è…

Una bevanda gasata dolce al giorno aumenta del 30% il rischio CVD

Sono stati pubblicati in JAMA Internal Medicine i risultati di un rapporto che indica come molti adulti statunitensi consumino una quantità di zuccheri maggiore rispetto quanto non sia raccomandato. Lo studio sottolinea che bere regolarmente almeno 350 grammi di bevande…

Frequenza delle mammografie e risparmio correlato

E’ stato pubblicato online un articolo in Annals of Internal Medicine che sottolinea come valutare la frequenza delle mammografie alla luce delle evidenze possa consentire di risparmiare miliardi di dollari all’anno. La frequenza delle mammomagrafie e l’identificazione dell’età ottimale alla…

Medigus lancia un device per il trattamento del reflusso gastroesofageo

L’israeliana Medigus, produttrice di medical devices, ha elevate aspettative sulla commercializzazione del suo endoscopio flessibile (SRS System) per il trattamento del reflusso gastroesofageo. I pazienti che presentano questa patologia, se non rispondono alla terapia farmacologica, possono essere spesso sottoposti a…