Cellule staminali utilizzate per eliminare tumori cerebrali

Alcuni ricercatori sono riusciti a comprendere come indurre cellule staminali a produrre e rilasciare tossine in grado di eliminare i tumori cerebrali. Tali cellule, modificate geneticamente da un team di scienziati dell’Harvard Stem Cell Institute al Massachusetts General Hospital, si sono dimostrate efficaci nel distruggere, in un modello animale, le cellule cancerose rimaste dopo asportazione chirurgica della massa tumorale principale. Questa scoperta può aprire la strada a nuovi trattamenti per il glioblastoma, la forma tumorale cerabrale più comune riscontrata nei pazienti adulti. La ricerca è stata pubblicata nella rivista Stem Cells. In seguito all’asportazione chirurgica del tumore, le cellule staminali, incapsulate in un gel biodegradabile, vengono posizionate nel sito d’azione e, poichè sono geneticamente modificate per presentare una particolare mutazione, rilasciano citotossine, sostanze tossiche per tutte le cellule. I ricercatori sono riusciti a manipolare tali sostanze in modo che penetrino solo all’interno delle cellule tumorali, lasciando intatte le cellule sane. Il prossimo obiettivo sarà testare questo nuovo approccio terapeutico in trial clinici.
(Fonte FierceBiotech Research)