Collaborazione AstraZeneca/Qiagen

AstraZeneca ha comunicato oggi di aver intrapreso una collaborazione con l’azienda olandese Qiagen per sviluppare un test diagnostico non invasivo utile ad identificare i pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) che siano idonei al trattamento con Iressa, inibitore della tirosin chinasi dell’EGFR, in grado di bloccare i segnali del recettore del fattore di crescita dell’epidermide che portano alla crescita del tumore. Utilizzando il test diagnostico di Qiagen, i medici saranno in grado di identificare i pazienti con mutazioni dell’EGFR e, di conseguenza, coloro che possono trarre maggior beneficio dal trattamento con Iressa, con una minore invasività. Attualmente, infatti, l’identificazione della mutazione dell’EGFR comporta un esame eseguito su tessuti tumorali ottenuti tramite un prelievo con ago aspirato o durante procedura chirurgica. Il test di Qiagen è condotto, invece, su un campione di sangue.
(Fonte AstraZeneca press release)