Collaborazione EASD ed ADA per migliorare la normativa sui devices in Europa ed Stati Uniti

La European Association for the Study of Diabetes (EASD) e la American Diabetes Association (ADA) stanno collaborando per presentare uno statement congiunto riguardo i microinfusori ed gli altri devices utilizzati nella gesione del diabete di tipo 1. L'esigenza nasce dal fatto che in Europa è stato rilevato, come evidenziato degli esperti all'ultimo congresso EASD, un basso livello, inaccettabile, nei controlli di qualità e nella normativa non solo per quanto attiene i microinfusori, ma anche per i medical devices, mentre negli Stati Uniti, la situazione, benchè migliore, va perfezionata. Il presidente dell'EASD, Andrew Boulton ha dichiarato che i procedimenti normativi europei che riguardano la registrazione e i controlli postmarketing che riguardano i devices sono molto diversi rispetto a quelli riservati ai farmaci e che è stata manifestata la necessità, accanto alla European Medicines Agency (EMA), anche di una European Devices Agency. Le esigenze europee e alcune difficoltà presenti negli Stati Uniti hanno fatto sì che EASD ed ADA stiano collaborando per migliorare la situazione generale. (Fonte Medscape)