Come è cambiato negli anni l’impatto delle condizioni socio-economiche della famiglia sull’obesità infantile

La prestigiosa rivista The Lancet ha pubblicato un poderoso articolo scritto da un team di scienziati del Centre for Longitudinal Studies, University College London (UCL) nel quale vengono analizzati 50 anni di dati raccolti  su quasi 60000 bambini dal 1946 fino ai nostri giorni. Il più importante risultato dello studio è la prova dell’evoluzione del rapporto tra posizione socio-economica della famiglia di provenienza e BMI del bambino nel corso degli anni. In particolare per i bambini arruolati nello studio nel periodo 1946-1970 si è notato che a modeste condizioni socio-economiche è spesso associata una tendenza ad essere sottopeso. Dal 2001 in poi questo rapporto è invertito, e infatti i bambini provenienti da famiglie meno agiate mostrano una maggiore tendenza all’obesità e un alto indice di BMI.

(Fonte The Lancet)