Come ridurre gli sprechi alimentari?

Il mondo industrializzato ha portato ad un incremento significativo della qualità di vita delle persone.

Ma non è tutto rosa e fiori.

Uno dei problemi principali è sicuramente lo spreco alimentare.

E se credi che questo spreco non tange la tua vita quotidiana, mi spiace deluderti!

Ma come ridurre gli sprechi alimentari?

In questo articolo vi daremo una sorta di semplice guida per cercare di migliorare al massimo l’utilizzo del cibo. Evitando quindi lo spreco.

Gambe in spalla!

Come ridurre gli sprechi alimentari

Nel mondo industrializzato, circa un terzo del cibo commestibile viene buttato.

Questo spreco si traduce in circa 1,3 miliardi di tonnellate di cibo l’anno sprecato!

Sono numeri impressionanti!

Ma cosa possiamo fare per diminuire questo spreco?

Nel nostro piccolo ci sono dei piccoli accorgimenti da seguire che possono aiutare il pianeta.

Vediamo quali sono!

Qui di seguito ti presentiamo come ridurre gli sprechi alimentari:

1. Spesa intelligente

Spesa-intelligente

Molte persone tendono a comprare molto più cibo di quanto ne abbiano bisogno.

Fare grandi spese può sembrare conveniente: si fanno meno viaggi  e si riesce a fare una scorta di cibo.

Spesso però questo metodo porta allo spreco alimentare.

Per risolvere questo problema potresti effettuare più piccole spese quotidiane. Magari sfruttando il tragitto casa lavoro.

Inoltre evita di comprare qualcosa che già sai di non aver consumato.

Infine fai una lista ed attieniti a quella soltanto. Così comprerai sicuramente gli alimenti di cui hai bisogno, senza rischiare di comprare roba in più.


2. Mantieni il cibo in maniera corretta

Una conservazione errata del cibo, porta inevitabilmente ad un suo spreco.

Due terzi del cibo che buttiamo è ricavato dal cibo andato a male!

Questo succede soprattutto perché molte persone non sanno come mantenere frutta e verdura.

Per esempio, molti cibi devono essere mantenuti a temperatura ambiente e non refrigerati, come:

  • Aglio
  • Cipolla
  • Pomodori
  • Cetrioli
  • Patate

Inoltre è importante separare gli alimenti che producono gas etilenico dagli altri. Cibarie che producono tale gas sono:

  • Avocado
  • Pomodori
  • Banane
  • Pesche
  • Pere

È importante tenere questi alimenti lontani dai cibi che sono molto sensibili al gas etilenico, come:

  • Mele
  • Frutti di bosco
  • Ortaggi a foglia verde
  • Peperoni

3. Impara a conservare

Tenere cibi sott’olio o sott’aceto è una tecnica di conservazione applicata da millenni.

Già 2400 anni prima di Cristo si utilizzavano queste tecniche di mantenimento per gli alimenti.

Distinguiamo:

  • Sottaceti
  • Cibo essiccato
  • Cibo in scatola
  • Surgelati
  • Insaccati

Tutti questi alimenti derivano da diversi metodi di conservazione.

Questi metodi, oltre a salvare l’ambiente, ti permettono di risparmiare sul tuo portafoglio!

Alcuni di questi inoltre sono facili da fare in casa ed anche divertenti.

Ad esempio, potresti inscatolare le tue mele troppo mature, trasformandole in una salsa di mele. O anche mettere in sottaceto le carote fresche del supermercato.


4. Non essere perfezionista

Sapevi che rovistando nel cestello della frutta alla ricerca del frutto migliore, contribuisci allo spreco alimentare?

Infatti la frutta e la verdura brutta da guardare viene quasi sempre scartata. Questa pratica non ha razionalità logica!

Infatti tutti gli alimenti in commercio sono di qualità e il loro aspetto non inficia sul loro gusto, sapore e proprietà nutrizionali.

La richiesta di “cibo perfetto” da parte del consumatore, ha portato l’industria alimentare ad aumentare lo spreco di tutti quei cibi che sono diventati di scarto, pur essendo commestibili.


5. Mantieni il tuo frigorifero libero da ingombri visivi

Mantieni-il-tuo-frigorifero-libero-da-ingombri-visivi

Molto spesso si afferma “lontano dagli occhi, lontano dal cuore”, ma questo modo di dire non è valido in ambito alimentare!

Il frigorifero è stata un’invenzione storica per la conservazione del cibo. Ma l’industrializzazione ha portato a rendere il nostro frigo causa degli sprechi alimentari!

Non è difficile comprenderne il motivo. Quante volte ti sarà capitato di ritrovare dopo settimane o mesi quella confezione ormai scaduta?

Questo accade quando riempiamo eccessivamente il nostro frigorifero. Questo porta a non avere più in vista tutti gli alimenti al suo interno.

Tendiamo quindi a prendere il cibo che ci troviamo davanti, scordandoci di tutto quello che c’è dietro.

Un buon metodo per risolvere questo problema è mettere gli alimenti che scadono prima davanti a quelli che scadono più tardi. In questo modo tenderemo ad utilizzare prima il cibo che sta per scadere, evitando di sprecarlo buttandolo.


6. Conserva gli avanzi

Gli avanzi non si presentano soltanto nelle festività.

Molte persone, spesso, tendono a rimettere in frigo gli avanzi dei grandi cenoni o pranzi. Il problema si presenta quando questi avanzi non vengono più consumati fino ad andare a male.

Conservare gli avanzi in contenitori trasparenti in vetro o plastica, può aiutarti a non dimenticarti di loro.

Inoltre, per facilitare il consumo di avanzi, potresti ritagliare una giornata a settimana per l’utilizzo degli stessi: chiamalo Avanzedì.

L’Avanzedì ti aiuterà a risparmiare soldi e tempo, oltre che a salvare il pianeta.


7. Mangia le bucce

Spesso le persone sbucciano la frutta e non solo. È tipico togliere via le varie bucce degli ortaggi, nonché la pelle dal pollo.

Per quanto sembra essere una cosa logica, in realtà è un enorme spreco.

Basti pensare che le bucce sono ricche di nutrienti, molto più della polpa. Ad esempio la buccia della mela è ricca di vitamine, antiossidanti, fibre e minerali.

Anche la pelle del pollo è ricca di nutrienti, in particolare di vitamina A, B, proteine e grassi.

Anche le bucce di patate, carote, kiwi e cetrioli sono commestibili e ricchi di queste sostanze.

Se la tua paura risiede nelle contaminazioni batteriche, puoi sempre ripulire l’alimento prima di mangiarlo.

Così facendo aiuterai il pianeta ed anche il tuo corpo: due piccioni con una fava!


8. Mangia il tuorlo

Tempo fa si pensava che il tuorlo fosse pieno di grassi e per questo veniva evitato nelle diete ipocaloriche a basso contenuto di grassi.

Nonostante questa credenza sia stata più volte smentita, ancora oggi molte persone preparano piatti a base di uova con il solo albume.

Molte persone evitano il tuorlo perché credono che, essendo ricco di colesterolo, allora il livello di colesterolo sanguigno aumenti.

Molti studi hanno dimostrato che non è il colesterolo che assumiamo il problema rilevante. Il nostro fegato è un produttore di colesterolo. Se ne assumiamo di più, il fegato ne produce di meno.

Il tuorlo d’uovo in realtà è pieno di nutrienti, tra cui:

  • Proteine
  • Vitamina A
  • Ferro
  • Selenio
  • Vitamine del gruppo B

Perciò non escluderlo dalla dieta e soprattutto non buttarlo via!


9. Conserva i semi

Conserva-i-semi

Quasi 500 milioni di zucche vengono acquistate negli Stati Uniti. Poiché la stragrande maggioranza viene utilizzata per Halloween, quasi la totalità delle zucche finiscono per essere sprecate e buttate via.

Una soluzione può essere sicuramente quella di utilizzare la polpa di zucca per ricette sfiziose come: condimento per la pasta, per dolci o come contorno per diversi tipi di carne.

Ancora più utile può essere conservarne i semi. Infatti i semi di zucca sono molto saporiti e ricchi di nutrienti.

Se vuoi bene al tuo cuore e al tuo sistema cardiovascolare, ti interesserà sapere che la zucca è ricca di magnesio. Questo minerale viene in aiuto per molte funzioni cardiache.

Una volta spolpata la zucca, puoi sciacquare via i semi.

Una volta asciugati, saltali in padella con un po’ di olio di oliva e sale. Infine passali un po’ al forno e voilà, il piatto è servito!


10. Miscela tutto quanto negli smoothie

Ultimamente vanno molto di moda gli smoothie.

Uno smoothie è un frullato ottenuto dalla centrifugazione di più alimenti. Il fine è quello di sorseggiare una bevanda buona ma anche piena di nutrienti.

Questo permette anche di non sprecare e buttare via parti indesiderate come buccia e semi.

Il bello degli smoothie è che puoi creare combinazioni fantasiose!

Prova a mettere insieme fragole, carote e barbabietole e non te ne pentirai!

Inoltre, come già anticipato, puoi mettere alimenti che altrimenti butteresti via, come le banane troppo mature o i gambi dei cavolfiori.


11. Improvvisa un dado casalingo

Metter su un dado casalingo non è un’idea malvagia!

Gli avanzi delle verdure saltate in padella come gambi, bucce e teste possono non essere buttate!

Aggiungile a del burro o dell’olio di oliva, poi metti dell’acqua e miscela il tutto fino ad ottenere un brodo vegetale.

Con questa tecnica puoi sfruttare non solo gli ortaggi!

Anziché buttar via i resti della carne o del pollo, sobbollisci i resti assieme alle verdure, aromi ed acqua e il gioco è fatto.

Oltre ad essere un’ottima soluzione per non sprecare il cibo, aiuti il tuo portafoglio a rimanere un po’ più pesante.


12. Insaporisci la tua acqua

Molte persone non bevono abbastanza acqua al giorno. Un po’ per pigrizia, un po’ per l’assenza di gusto.

Una soluzione potrebbe essere quella di insaporire la tua acqua, evitando di sprecare cibo. Come?

Un’idea può essere quella di mettere le bucce della frutta direttamente nel bicchiere o nella bottiglia.

Oltre alla frutta, puoi anche mettere i cetrioli o erba appassita, così che l’acqua assuma un sapore diverso dal solito.

Una volta finita la bottiglia, puoi sfruttare i residui per la preparazione di uno smoothie!


13. Controlla sempre le tue porzioni

Come abbiamo anticipato, il mondo industrializzato spreca molto cibo.

Ma non solo, gli abitanti del mondo industrializzato mangiano troppo cibo.

L’obesità, e le malattie ad essa correlata, è tra i problemi principali della società di oggi.

Fa’ in modo di controllare le porzioni, adeguandole ad uno stile di vita sano. Ridurre le porzioni fa bene sia a te che all’ambiente.

Un consiglio è quello di riconoscere il tuo livello di appetito. Prima di cucinare o preparare da mangiare, chiediti quanta fame hai.


14. Familiarizza con il tuo frigo

Familiarizza-con-il-tuo-frigo

Refrigerare il cibo è sicuramente il metodo migliore per mantenerlo e non sprecarlo!

I consigli per tenere al fresco nel modo migliore gli alimenti sono infiniti.

Potresti tenere in frigo le verdure che non stanno più bene nella tua insalata e farci qualche giorno più tardi un buonissimo smoothie.

Oppure se hai troppe erbe, le potresti combinare con olio d’oliva e aglio tagliuzzato per poi congelare il tutto. Saranno degli ottimi dadi casalinghi per i tuoi piatti preferiti.

Puoi anche congelare gli avanzi. Soprattutto se quello che non riesci a finire sono zuppe e piatti pronti.


15. Comprendi bene le date di scadenza

Nelle varie confezioni puoi trovare due differenti date: una con la dicitura “confezionato il” ed un’altra con su scritto “scade il”. Fa’ attenzione e non confondere le due date.

Inoltre potresti trovare anche la dicitura “consumare preferibilmente entro” con successiva data.

Il preferibilmente indica che, qualora l’alimento sia stato ben conservato, potrebbe non essere subito scaduto alla data proposta.

Perciò valuta sempre bene la dicitura sull’etichetta e se l’alimento può essere effettivamente andato a male.


16. Quando puoi, ricicla

Riciclare gli avanzi e gli scarti del cibo può essere un buon metodo per evitarne lo spreco.

Se hai delle piante in casa, oppure un bel giardino, potresti sfruttare gli avanzi per fare del concime per piante.

Questo permetterà di re-inserire direttamente il cibo nella catena alimentare attraverso le piante.

Inoltre il tuo giardino ne gioverà con prodotti che derivano direttamente dalla tua cucina.


17. Impacchetta il tuo pranzo

Spesso gli orari da lavoro non ci permettono di tornare a casa per pranzo.

Che si fa, allora? Si tende a mangiare fuori. Magari vai al ristorante, oppure prendi qualche pasto pronto in qualche negozio di alimenti.

Tutto questo però aumenta lo spreco alimentare perché non puoi controllare tu le porzioni. E soprattutto, ciò che hai in casa va a male. Inoltre ne subisce negative conseguenze anche il tuo portafogli.

Un’idea congeniale sarebbe quella di prepararti il pranzo la sera prima, metterlo in un contenitore e portarlo direttamente a lavoro.

Non dimenticare le posate!


18. Non buttare i fondi o le bustine

Il caffè la mattina è ormai un rituale propizio.

Ma molte persone adorano anche crogiolarsi la sera con qualche tisana o tè.

Purtroppo però questo genera molti fondi e bustine che vengono irrimediabilmente buttati. Un grosso spreco.

Innanzitutto perché i fondi di caffè sono un ottimo fertilizzante per le piante e potresti utilizzarli per nutrire il tuo giardino.

Inoltre i fondi del caffè funzionano anche come anti zanzare. Delle ricerche hanno dimostrato che spargere fondi di caffè nel giardino repelle le zanzare femmina che si ritrovano a non poter deporre le uova.


19. Accendi la tua creatività in cucina

Accendi-la-tua-creativita-in-cucina

Cucinare è un’arte e la cosa bella dell’arte è che puoi dare libero sfogo alla tua fantasia.

Se hai la possibilità di poterti preparare direttamente i tuoi pasti, potrai aggiungere e metterci quello che preferisci.

Ingegnati con ciò che hai in casa, magari utilizzando anche gli avanzi del giorno prima.

Stesso discorso vale per alcuni scarti: i gambi e gli steli possono insaporire i tuoi piatti quali brodo, bollito o altre pietanze cotte.

Hai un barattolo di pesto alla genovese aperto, ma non basta per una porzione sola? Aggiungici un po’ di sugo di pomodoro e vedrai che delizia!

In questo modo, oltre ad assaggiare nuove combinazioni, eviterai lo spreco alimentare.


20. Viziati

Non ti fidi dei prodotti che ti vendono in negozio per la tua pelle? Creme, lozioni e unguenti possono essere facilmente create in casa.

Come? Beh, sfruttando il cibo che hai in cucina.

Un esempio sono sicuramente gli avocado. Questi frutti sono pieni di antiossidanti e vitamina E e possono essere aggiunti in una maschera per il viso.

Se combini gli avocado con del miele, puoi creare una colazione nutriente e rigenerante per i tuoi capelli!

Puoi anche creare qualche scrub per il tuo corpo.

Il mio consiglio è quello di mescolare i fondi di caffè con dell’olio di oliva e un po’ di zucchero. Applicalo sulla pelle dopo la doccia e dopo un po’ risciacqua il tutto. Vedrai come risulterà più lucente e nutrita.

Fonti