Considerazioni riguardo gli acidi grassi

In un'analisi pubblicata in questi giorni in CMAJ, due ricercatori sottolineano come non tutti i gli acidi grassi polinsaturi (PUFAs) hanno lo stesso effetto benefico a livello cardiaco. L'enfasi, infatti dovrebbe essere data all'acido α-linolenico, acido grasso omega-3. I ricercatori, nel loro articolo mostrano come l'olio di soia, che contiene un mix degli acidi α-linolenico e linolenico, abbia un effetto protettivo contro le problematiche coronariche, mentre altri oli, come quello di mais, che sono ricchi in acido linolenico, non dia un'azione protettiva. Per questo motivo,secondo gli autori dell'analisi, nel considerare alimenti per sostituire l'apporto di acidi grassi saturi, oli ricchi di acido linolenico non dovrebbero raggruppati con oli che contengano sia l'acido α-linolenico e linolenico. Sottolineano comunque, come non sia possibile al momento avere conclusioni definitive riguardo questo argomento. (Fonte Medscape)