Ecco cosa attendersi da Vas Narasimhan, prossimo CEO di Novartis

Il Neue Zürcher Zeitung ha pubblicato oggi un lungo articolo dedicato al prossimo nuovo capo di Novartis, Vas Narasimhan, nel quale viene brevemente descritta la sua carriera professionale da consulente McKinsey ad highflyer di Novartis. Poichè Narasimhan conosce bene l’R&D di Novartis tutti si attendono una radicale accelerazione nell‘implementazione di nuovi progetti di ricerca. È inoltre molto probabile che sarà posto un freno alla spesa per studi clinici; Novartis ha infatti in corso ben 500 studi clinici e un’ottimizzazione dei processi potrebbe portare ad un risparmio di 10%-25%. Narasimhan si é espresso più volte a favore della tecnologia CAR-T che si propone come la più costosa terapia -e forse anche la più efficace- per la cura dei tumori. L’obiettivo sembra quello di fissare il prezzo attorno ai 50000 euro per trattamento e di curare almeno 10000 pazienti all’anno con un fatturato di $5bn. Nell’articolo vengono però anche forniti alcuni dettagli sulla sua vita privata: Narasimhan, 41 anni, è sposato con una consulente McKinsey e ha 2 figli. La madre é ingegnere e il padre è chimico e negli anni 50 ha lavorato in Sivzzera per Ciba per poi rientrare in India.

(Fonte NZZ)