Crioterapia per trattare le rughe facciali: studio

E’ stato presentato uno studio al congresso annuale dell’American Academy of Dermatology che utilizza una lesione termica fredda per interrompere l’impulso che controlla i nervi motori e porta ad un rilassamento muscolare temporaneo e alla riduzione delle rughe facciali dinamiche. Uno dei ricercatori che ha condotto lo studio, Jeremy Brauer, MD, del Laser and Skin Surgery Center of New York di South Hampton, ha dichiarato che questa tecnologia consente un intervento senza ricorrere alla tossina botulinica, con dei risultati quasi immediati, senza importanti effetti collaterali che si possono comunque risolvere entro 2 settimane. Nella ricerca, è stata utilizzata l’applicazione del freddo focalizzata sul ramo temporale del nervo facciale di 63 soggetti mediante un nuovo device per la crioterapia. Dopo valutazione, coloro che avevano ricevuto il trattamento mostravano un miglioramento sia immediato che 30 giorni dopo il trattamento stesso. Inoltre, al giorno 60, i ricercatori hanno rilevato che nel 67% dei pazienti l’effetto era ancora presente.
(Fonte Medscape)