Dalla chimica una soluzione per eradicare la dengue

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Minas Gerais (Brasile) ha sviluppato un sistema per bonificare aree e acquee infette dalla larva della dengue trasmessa dalle zanzare. Secondo la WHO. circa il 40% della popolazione mondiale è esposto alla larva della dengue che causa vomito, febbre alta e a volte la morte. L’approccio convenzionale è quello di bonificare stagni, paludi e zone infette con ipoclorito, ma questo non rappresenta una soluzione ottimale a causa del severo impatto ambientale e della scarsa efficacia nel tempo. I ricercatori brasiliani hanno sviluppato dei cubetti di ceramica porosa sulla cui superficie è depositato un catalizzatore relativamente economico, Fe2O3, che quando esposto alla radiazione UV (che è parte della radiazione solare) sviluppa radicale idrossido che ha un potente effetto battericida. I ricercatori hanno calcolato che il costo di questi blocchi ceramici impregnati di catalizzatori sono una soluzione economica ed efficace. Prevedono, infatti, che il prezzo a livello industriale sia dell’ordine di 30 centesimi di dollaro al blocco.
(Fonte RSC Adv.)