Dettagli sull’acquisizione di Salix da parte di Valeant

Ieri Valeant ha annunciato l’acquisizione di Salix, una mossa già ampiamente prevista da tutti gli esperti del settore, ma nonostante questo, subito dopo l’annuncio, le azioni di Valeant, scambiate a Wall Street, sono balzate in avanti di un sorprendente 13%.
La transazione è costata a Valeant $10bn a cui vanno aggiunti $4.5bn di debiti che Valeant erediterà con l’acquisizione e questo va corrispondere a un valore di 158 dollari per azione (attualmente scambiate a 155 dollari). Saranno i gruppi bancari Deutsch Bank e HSBC a finanziare l’operazione con una linea di credito da $15bn, che verrà garantita con un tasso di interesse del 5.5/6%. Questa acquisizione è l’ennesima da parte di Valeant, infatti il gruppo ha speso in acquisizioni quasi $30bn negli ultimi cinque anni, confermandosi uno dei gruppi più attivi in progetti di M&A. Con l’acquisizione di Salix, Valeant prevede un aumento delle vendite di quasi 20% a partire già dal prossimo anno. Il management di Valeant è noto per essere focalizzato nell’ottimizzazione dei costi e molti analisti prevedono che una delle prime azioni sarà il taglio dei costi della ricerca di Salix, che ha una delle migliori pipeline nel settore gastrointestinale. Secondo gli stessi analisti i tagli potrebbero raggiungere la cifra di $500m (Salix spende $560m all’anno in R&D). Un altro notevole beneficio per Valeant è il basso tasso di tassazione applicato al gruppo canadese, che permetterà di ridurre la tassazione sui profitti di Salix dall’attuale 30% al 5%.
(Fonte FT)