Difficile 2016 per BASF

L'esercizio 2016 di BASF non è stato dei migliori e infatti il gruppo della chimica tedesco ha registrato una flessione del 18% delle vendite (€57.6bn) e del 6% dell'EBIT €6.3bn. Le difficoltà del gruppo di Ludwigshafen derivano soprattutto dal crollo del prezzo del petrolio e il consequente disinvestimento delle attività di trading e stoccaggio gas, completato nel settembre 2015, che valevano da sole circa 10 miliardi di euro. Nel settore della chimica particolarmente positive sono state le performance della divisioni Performance Products (+€379m) e Functional Materials & Solutions (+€297m). Con l'occasione il CEO Kurt Bock ha fornito quelle che sono le aspettative per il 2017. BASF prevede un aumento del volume di vendite grazie alla ripresa statunitense che bilancerá il rallentamento delle economie cinese, russa e brasiliana. Il titolo BASF (Francoforte) ha perso oltre il 2% dopo l'annuncio dei risultati. (Fonte BASF)