Difficile terza trimestrale per BASF. Il gruppo valuta la cessione della divisione “Construction Chemicals” (€2.4bn)

Il gigante della chimica BASF ha pubblicato ieri i risultati relativi al terzo trimestre dell’anno. Il fatturato del gruppo di Ludwigshafen è aumentato dell’8% rispetto a Q3 2017, raggiungendo il livello di €15.6bn con un EBIT di €1.47bn (14%). Quello che ha però preoccupato gli investitori è il fatto che il gruppo ha registrato un drastico calo delle vendite di prodotti legati all’industria dell’auto, da cui il gruppo dipende molto. Il management di BASF ha inoltre dichiarato che i risultati risentono anche del negativo effetto legato alla guerra commerciale in corso tra USA e Cina. Gli investitori hanno registrato pochi giorni fa simili dichiarazione dall’altro grande gruppo chimico tedesco Covestro, il cui business legato al poliuretano risente fortemente dell’indebolimento del mercato dell’auto.

Importante riportare inoltre che BASF ha dichiarato che i suoi analisti stanno valutando opzioni strategiche per la parte “Construction Chemicals” ovvero dei prodotti per l’industria delle costruzioni, la cui profittabilitá non sembra essere più in linea con quella del gruppo. La divisione ha generato nel 2017 un fatturato di €2.4bn ed impiega circa 7000 dipendenti.

(Fonte BASF)