Disturbo depressivo e infiammazione, evidenziato un possibile legame

È stato pubblicato nella rivista Biological Psychiatry uno studio che evidenzia la connessione tra il disordine depressivo maggiore (MDD), in particolare nei soggetti con tendenze suicide, e un marker di infiammazione a livello microgliale, la TSPO (translocator protein). La ricerca è stata condotta presso l'University of Manchester, UK. I livelli del marker sono apparsi particolarmente elevati in alcune zone del cervello di questi pazienti. L'infiammazione può influire sul metabolismo del triptofano a livello cerebrale, il quale, invece di contribuire alla formazione della serotonina, viene utilizzato nella via di produzione della chinurenina, convertita a sua volta in acido chinolico, sostanza neurotossica, dalla microglia attivata. Sebbene i risultati di tale ricerca non possano essere considerati conclusivi, secondo gli scienziati è possibile ipotizzare un nuovo approccio al trattamento di questa patologia. (Fonte Biological Psychiatry)