Dopo la pausa imposta dalla normativa britannica, torna la saga Pfizer/AstraZeneca

Reuters riporta che alcuni osservatori ritengono probabile una nuova offerta di Pfizer per AstraZeneca verso la fine dell’anno. Secondo la normativa britannica, le trattative possono ricominciare già dal 26 agosto, se AstraZeneca dovesse sollecitare Pfizer a riprendere il dialogo, mentre Pfizer non può intraprendere una nuova discussione di sua iniziativa fino al 26 novembre. Inoltre, la normativa vigente consentirebbe a Pfizer di proporre una singola offerta attraverso una telefonata privata ad AstraZeneca, procedura raramente seguita poichè il processo viene interrotto se l’azienda target dell’acquisizione rifiuta la proposta. Alcuni analisti vedono alcune alternative per una transazione in Actavis e GlaxoSmithKline, ma AstraZeneca sembra possedere il portfolio prodotti ideale per completare la pipeline oncologica di Pfizer. La questione è comunque controversa, poichè altri osservatori hanno espresso qualche perplessità circa la volontà del colosso americano di alzare l’offerta. In ogni caso, con l’avvicinarsi della fine del primo periodo di stop delle trattative imposto dalla normativa, le azioni di AstraZeneca sono salite di più del 7% questa settimana.
(Fonte Seeking Alpha)