Due biotech da tener d’occhio

Due piccole biotech stanno attirando l’attenzione di analisti ed investitori e sono Amryt Pharma ed Eloxx Pharmaceuticals.

Amryt Pharma è stata fondata solo tre anni fa ma al contrario di molte altre biotech ha già un prodotto sul mercato che genera fatturato e questo è la terapia lomitapide, prescritta in casi di iperacolesterolemia particolarmente elevata, Lomitapide ha un meccanismo di azione diverso da quello delle terapie già sul mercato e infatti agisce riducendo la produzione e il rilascio di colesterolo a livello epatico. Il fatturato di Amryt è di solo €12m ma quello che attrae l’attenzione degli investitori è che l’azienda è attiva in un settore con impressionanti tassi crescita con una interessante pipeline con terapie originali per malattie rare.

Un’altra biotech la cui valutazione di mercato potrebbe aumentare significativamente a breve termine è Eloxx Pharmaceuticals. Eloxx è una piccola biotech attiva nello sviluppo di terapie per malattie rare di natura genetica. Nei giorni scorsi il titolo ha guadagnato oltre il 30% e dall’inizio dell’anno il suo valore è più che duplicato. Pochi giorni fa l’azienda ha presentato ottimi dati di Phase-I per la terapia ELX-02 sviluppata per curare la fibrosi cistica. Ora l’azienda attende l’approvazione FDA per iniziare un trial di Phase-II e in parallelo vuole far partire un altro trial di Phase-II con ELX-02 su pazienti con cistinosi (sindrome Falconi), che una malattia rara infantile che è causata da un abnorme di cisteina libera a livello di organi vitali. Eloxx potrebbe diventare a breve un target di acquisizione da parte del big pharma. Particololarmente interessata all’acquisizione potrebbe essere Vertex Pharmaceuticals, la quale domina il mercato della fibrosi cistica e che ha una notevole disponibilità finanziaria.