Dupont presenta i risultati finanziari e accelera il processo di ristrutturazione e taglio di personale

La multinazionale chimica Dupont ha presentato ieri alla comunitá finanziaria i risultati di fine anno. DuPont, ormai il più grande gruppo chimico americano per capitalizzazione di mercato, ha raggiunto il livello che gli analisti si aspettavano con un forte quarto trimestre, che ha compensato il rafforzamento del dollaro verso tutte le maggiori divise. Dupont ha raggiunto un livello di vendite nel 2014 di circa $35.7bn, che rappresenta un calo del 3% rispetto al 2013. Il calo è principalmente dovuto alle performance del settore della chimica per l’agricultura che ha visto un diminuzione di circa 4% nelle vendite. I profitti sono però aumentati dell’1% grazie ad una ottimizzazione del portfolio prodotti e alle ottime performance dei settori Nutrition & Health e di quella Safety & Protection. Con l’occasione della presentazione dei risultati, il CEO di DuPont, Ellen Kullman (una delle poche donne CEO nel mondo della chimica), ha affermato che il
gruppo intende accelerare il processo di taglio dei costi che punta ad ottentere una riduzione di $1bn entro il 2019. Il maggior contributo al progetto verrà dal taglio di personale che secondo le prime stime riguarderà il 2-5% della forza lavoro. Come parte di ottimizzazione dei costi, vi è anche il progetto di trasferimento del quartier generale del gruppo dallo storico edificio in Wilmngton a Chestnut Run nei sobborghi della cittá. Anche la separazione di Dupont dalla divisione Performance Chemicals (titanio biossido e Teflon) attraverso la creazione di una spin-off è parte delle azioni da implementare nel 2015 e che contribuiranno a migliorare la posizione finaziaria del gruppo. L azioni di Dupont, che sono cresciute del 50% dall’inizio dell´anno, non hanno subito grosse variazioni dopo l’annuncio dei risultati.
(Fonte DuPont)