E’ stata una mossa di difesa l’offerta di Mylan per Perrigo?

Molti analisti del settore farmaceutico, tra cui gli analisti di Bloomberg, hanno visto l’offerta di Mylan ($28.9bn) per Perrigo come una mossa dettata dalla volontà di difendersi a sua volta da tentativi di scalata. A conferma di ciò c’è il fatto che poche settimane fa Mylan ha istituito quella che in gergo finanziario si chiama una poison pill, vale a dire una strategia che permette agli azionisti attuali di poter acquistare in condizioni privilegiate ulteriori azioni del gruppo, al fine di prevenire un tentativo di scalata da parte di un´altra società. Molti nel settore vedono l’israeliana Teva come possibile bidder per Mylan. Altri analisti si spingono ad affermare che la stessa Perrigo potrebbe reagire all’offerta di acquisto con una controfferta per il gruppo Mylan.
(Fonte FiercePharma)