Ecco come AkzoNobel può difendersi dal tentativo di scalata di PPG

Akzo Nobel ha gli strumenti per tutelarsi dal tentativo di scalata da parte della statunitense PPG. Uno di questo sono le priority shares che possiede la fondazione AkzoNobel, che di fatto danno il diritto alla fondazione di scegliere il board del gruppo e i componenti dell'organismo di controllo. Questo significa che in caso di acqusizione PPG non avrebbe influenza sul board e questo renderebbe il gruppo olandese molto meno attraente. In precedenza la fondazione aveva dichiarato di voler usare questa possibilità solo se assolutamente necessario. Alternativamente AkzoNobel può ridistribuire azioni (10-20% del totale) a azionisti vicini agli interessi degli attuali shareholders. Di fatto però queste misure sarebbero temporanee e servirebbero solo a guadagnar tempo per lo sviluppo di una strategia di difesa. Nel frattempo uno dei più importanti azionisti del gruppo, Henderson Global Europe, che possiede azioni per €150m, ha chiesto al board di negoziare con PPG. (Fonte Het Financieele Dagblad)