Effetti delle sanzioni contro la Russia

Il gruppo petrolchimico Exxon Mobil sembra aver fermato le attività di estrazione nel sito di Universitetskaya-1, localizzato nella parte forse più remota del nord della Russia. L’agenzia Bloomberg, nel riportare la notizia, cita questo come primo tangibile effetto delle sanzioni contro la Russia sul settore energia/chimica. Le sanzioni appena implementate, danno tempo alle aziende americane fino al 26 settembre prima di interrompere ogni attività di perforazione del suolo e di esplorazione. Questo significa che è in forte pericolo di annullamento anche il mega accordo in procinto di essere firmato tra XOM e Seadrill’s North Atlantic Drilling con il gruppo russo Rosneft del valore di $700m.
(Fonte Bloomberg)