Estratti vegetali negli integratori alimentari: verso una normativa veramente europea grazie al progetto Belfrit

(di Maurizio Salamone)

In attesa di una normativa veramente europea che sia uguale in tutti gli stati, l'Italia, il Beglio e la Francia assumono un ruolo guida in Europa fornendo l'indirizzo per la regolamentazione di un settore molto delicato e importante degli integratori alimentari: l'uso degli estratti vegetali. Il progetto Belfrit (dal nome dei tre paesi partecipanti Bel-Fr-It) aiuterà il legislatore a definire i criteri per il corretto uso e la relativa indicazione in etichetta dei cosiddetti “botanicals”. Al momento il settore è condizionato da norme transitorie con differenze tra gli stati membri. Il Ministero della Salute Italiano ha recentemente pubblicato sul proprio sito il testo del Decreto che aggiorna l'elenco delle piante ammesse. I responsabili scientifici designati dai tre Paesi hanno portato avanti questa ricerca identificando le piante e le loro parti che, per criteri di tradizione d'uso e di sicurezza, possono essere utilizzate con sicurezza negli integratori alimentari. La lista potrà essere modificata il prossimo settembre. (Fonte Sito Ministero della Salute)