FDA amplia le indicazioni di Opdivo

FDA ha ampliato le possibilità di utilizzo approvate per Opdivo (nivolumab), di Bristol-Myers Squibb, nel trattamento dei pazienti affetti da NSCLC (non-small cell lung cancer) squamoso avanzato in progressione o dopo una chemioterapia a base di platino. Il prodotto è un inibitore PD-1, una proteina presente sulle cellule che blocca la capacità del sistema immunitario di attaccare ed eliminare le cellule tumorali. E’ sorprendente come l’approvazione sia arrivata cosi velocemente, pur trattandosi di una Priority Review: infatti, FDA ha accettato la BLA (Biologics License Application) solo sei giorni fa, il 27 febbraio. Opdivo è già stato autorizzato per il trattamento del melanoma metastatico.
(Fonte FDA)