FDA approva Harvoni nell’epatite C

FDA ha approvato ieri Harvoni (ledipasvir and sofosbuvir) nel trattamento dell’infezione da virus dell’epatite C (HCV) genotipo 1. Harvoni è la prima associazione in pillola per la terapia di questa infezione e il primo regime di trattamento approvato che non richiede la somministrazione di interferone o ribavirin, due farmaci approvati dall’Agenzia per curare l’infezione da HCV. Entrambe le sostanze contenute in Harvoni interferiscono con gli enzimi di cui l’HCV necessita per moltiplicarsi. Sofosbuvir è un farmaco già approvato per questa patologia e commercializzato con il nome di Sovaldi. Harvoni è il terzo farmaco approvato da FDA nell’ultimo anno, dopo Olysio (simeprevir), di Janssen, a novembre 2013 e Sovaldi in dicembre. L’efficacia di Harvoni è stata valutata in tre studi clinici che hanno arruolato 1518 partecipanti non precedentemente trattati per la patologia (naive) o non avevano avuto una risposta terapeutica adeguata con precedenti trattamenti, inclusi pazienti con cirrosi. Harvoni è commercializzato dalla californiana Gilead.
(Fonte FDA)