FDA approva Opdivo di Bristol-Myers Squibb nel melanoma inoperabile o avanzato

FDA ha approvato ieri, tre mesi prima del previsto, attraverso la procedura accelerata, Opdivo (nivolumab), di Bristol-Myers Squibb, un nuovo trattamento per pazienti affetti da melanoma inoperabile o avanzato che non risponde più ad altre terapie. Il melanoma è il quinto tipo di tumore più comune negli Stati Uniti. Il prodotto agisce inibendo la proteina PD-1 sulle cellule, che impedisce al sistema immunitario di colpire il tumore. E’ destinato al trattamento dei pazienti che siano stati precedentemente trattati con ipilimumab e per i pazienti con melanoma con mutazione del gene BRAF V600, dopo terapia con ipilimumab e un inibitore BRAF. Si tratta del settimo farmaco approvato da FDA per il trattamento del melanoma dal 2011: ipilimumab (2011), peginterferone alfa-2b (2011), vemurafenib (2011), dabrafenib (2013), trametinib (2013) and pembrolizumab (2014).
(Fonte FDA)