Frammenti di plastica nell’intestino umano

Il ricercatore Philipp Schwalb del dipartimento di medicina dell’università di Vienna ha riportato al 26th United European Gastroenterology Week che si è tenuto a Vienna i risultati di uno studio condotto su soggetti nel cui intestino sono stati rinvenuti microframmenti di plastica. In particolare lo  studio ha preso in considerazione i frammenti di plastica ritrovati nell’intestino di un campione di 5 donne e 3 uomini di età tra i 33 e 65 anni e che vivono in Finlanda, UK, Italia, Polonia, Russia e Austria. In tutti i soggetti si sono trovati microframmenti di polipropilene e polietilene di dimensioni comprese tra i 50 e 500 micron. Secondo i ricercatori i frammenti di plasticano derivano dal cibo ingerito, probabilmente pesce, e quello che preoccupa maggiormente è che minime quantitá di plastica sono state riscontrate nel sangue, nel fegato e nei linfonoidi dei soggetti analizzati. Ancora non è chiaro qual’è l’effetto dei frammenti di plastica sulla fisiologia e soprattutto se questi possono la causa di nuove patologie.

(Fonte Les Echos)