GLP-1 intranasale promettente in uno studio pilota nel diabete di tipo 2

Un agonista del GLP-1, somministrato per via nasale prima dei pasti, migliora il controllo glicemico postprandiale, senza effetti avversi severi in pazienti con diabete di tipo 2. Le incretine attualmente disponibili sono efficaci nel trattamento del diabete di tipo 2, ma richiedono in'iniezione sottocutanea e possono causare effetti collaterali gastrointestinali. Questo prodotto, che si compone di un agonista del GLP-1 in polvere (Asubio Pharma, Kobe, Japan)e di uno speciale device (SPG Technology, Miyazaki, Japan) può offrire un'alternativa. Nello studio, pubblicato online qualche giorno fa in Diabetes Care, sono stati arruolati 26 pazienti adulti con diabete di tipo 2, non controllati adeguatamente con ipoglicemizzanti orali. Il valore medio di emoglobina glicata era di 7.7% per i 18 soggetti che sono stati randomizzati a ricevere il trattamento e 7.5% per gli 8 pazienti a cui è stato somministrato il placebo. I pazienti si sono spruzzati nelle cavità nasali il farmaco o il placebo prima dei pasti per 2 settimane. I livelli di insulina, dopo la somministrazione, erano significativamente più elevati nel gruppo in trattamento rispetto a placebo dopo 15 minuti dalla somministrazione. Gli autori hanno commentato sottolineando la necessità di condurre studi ampi e a lungo termine per valutare la sicurezza e l'efficacia di questo nuovo tipo di terapia per il diabete di tipo 2. (Fonte Medscape)